top of page

GREEN BORDER - SCHEDA

IMG_4795.jpg

GREEN BORDER

Regia:  Agnieszka Holland

Genere: Drammatico

Cast:   Behi Djanati Atai, Agata Kulesza, Maja Ostaszewska, Tomasz Wlosok, Piotr Stramowski.

Paese: Polonia - 2023

Durata: 2h - 27 min

📌VENERDÌ 09/02 ORE 18:00 - 20:40
📌SABATO 10/02 ORE 18:00 - 21:00
📌DOMENICA 11/02 ORE 15:00 - 18:00 - 20:40

📌LUNEDÌ 12/02 ORE 21:00 🎟️ ingresso €6 per tutti

🏆Gran Premio Speciale della Giuria al Festival di Venezia

 

GUARDA IL TRAILER

 

LEGGI LA SCHEDA

Terra di confine, terra di nessuno. Il verde vorrebbe speranza, ma il “confine verde” tra Bielorussia e Polonia richiama piuttosto fede, ché si prega Allah, e carità, dispensata dagli attivisti.

In carnet Poeti dall'Inferno e Io e Beethoven, la polacca Agnieszka Holland torna alle atmosfere umane e disumane di Europa Europa (1990) con The Green Border (Zielona Granica), in Concorso a Venezia 80.

Fotografia in bianco e nero di Tomasz Naumiuk, Holland piazza la camera proprio sul confine, inquadrando il rimbalzo di migranti tra guardie di frontiera bielorusse e polacche.

Provenienti dal Medio Oriente e dall’Africa, uomini, donne e bambini cercano di raggiungere l’Unione Europea via aerea dalla Turchia alla Bielorussia e poi di qui alla Polonia, ma il piano di viaggio si rivelerà addirittura più infame di quello via mare: perché l’accoglienza bielorussa è tutto fuorché disinteressata, essendo questi richiedenti asilo “armi di Lukašėnko e Putin, sono proiettili viventi”. Il dittatore bielorusso li utilizzerebbe per provocare l’Europa, per recapitare oltre confine un problema, un “pacco”, alimentando una crisi geopolitica cinicamente architettata: attirati sul “confine verde” da una propaganda che promette un facile passaggio per l’UE, i derelitti vengono incessantemente rimpallati da Polonia e Bielorussia e costretti a marcire tra i boschi, patendo freddo, fame, sete e pestaggi delle guardie. Tutto è tragicamente possibile: affogare nella palude, essere gettati, una donna incinta, al di sopra del filo spinato rimanendovi impigliati, scomparire per sempre.

bottom of page